Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Si scatena la rabbia dei dittatori libici

Saif Gheddafi minaccia l'Italia: "State attenti"


Saif Gheddafi minaccia l'Italia: 'State attenti'
12/03/2011, 15:03

"Abbiamo visto l’Italia rimanere in silenzio di fronte a questi terroristi che hanno ucciso i nostri poliziotti a sangue freddo. Siamo rimasti molto scioccati da questa posizione". Così parla Saif, il figlio di Gheddafi, e non nasconde la sua rabbia. "State attenti, sarà facile rimpiazzarvi”.

Il figlio del dittatore libico ricorda il legame economico tra i due paesi e su questo fa gioco forza: “Voi siete il primo partner della Libia al mondo'' ma ora si potrebbe anche sostituire l’Italia con “la Cina o con la Russia''. '' La Cina ce lo chiede" – avverte - "vogliono essere al posto dell’Italia come primo partner, perciò state attenti”.

"Il popolo libico è molto unito, presto vinceremo la battaglia contro questi terroristi e presto faremo i conti con tutti. Il 90% del Paese è tornato sotto il nostro controllo"  - dice ancora Saif - "Sapete cosa accadrebbe se le milizie prendessero il controllo del Paese? Che voi sareste le prime vittime, avreste milioni di immigrati illegali, i terroristi salterebbero dalle spiagge di Tripoli verso Lampedusa e la Sicilia. Sarebbe un incubo per l'Italia, svegliatevi!''.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©