Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Ma il figlio dice: "Le estorcono queste dichiarazioni"

Sakineh compare in TV e nega di essere stata torturata


Sakineh compare in TV e nega di essere stata torturata
16/09/2010, 15:09

TEHERAN (IRAN) - Nuovo episodio che farà discutere, sulla vicenda di Sakineh Mohammadi Ashtani, la donna iraniana condannata per adulterio e per la complicità nell'omicidio del marito. Infatti una donna, con indosso il niqab (l'abito musulmano che copre integralmente il viso, lasciando scoperti solo gli occhi) e che si è presentata come Sakineh, è apparsa in TV, rilasciando una intervista nella quale nega di aver subito torture o violenze in carcere. Inoltre ha confermato di essere stata condannata per aver favorito l'uccisione del marito.
Ma il figlio Sajad, immediatamente contattato, ha sostenuto che queste confessioni televisive sono solo un trucco, delle confessioni estorte con la forza per preparare l'opinione pubblica iraniana ed internazionale alla sua esecuzione: "In realtà, per me è stato un grande sollievo vedere mia madre ancora in tv dopo un mese di completo isolamento, perché almeno ho scoperto che è ancora viva".
Resta la domanda: se l'Iran è questo regime così cattivo ed antidemocratico, perchè dovrebbe fare queste pantomime? Comincia ad esserci qualcosa che non va

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati