Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Sakineh in TV: "Sono colpevole", ma le immagini sono sfocate



Sakineh in TV: 'Sono colpevole', ma le immagini sono sfocate
16/11/2010, 13:11

TEHERAN (IRAN) - Nuova apparizione in TV di Sakineh Mohammadi Ashtoni, su un canale iraniano. O almeno dovrebbe essere lei, nel senso che quando la donna è inquadrata dalla telecamera, le immagini sono sfocate per cui non si riconosce il volto di chi parla. E' stato all'interno di uno speciale sulla sua vicenda, trasmesso in TV. Non si sa se sono immagini nuove o di repertorio, comunque la donna ammette le proprie responsabilità nell'omicidio del marito. In altri momenti vengono intervistati anche il figlio Sajad - sempre con le immagini sfocate - e i due sedicenti giornalisti tedeschi, arrestato insieme al figlio a al terrorista (sedicente avvocato) Javid Hutan Kian. Tra le dichiarazioni più importanti della donna - che parla in azero e le sue dichiarazioni sono sottolineate in farsi, la lingua dell'Iran - c'è l'ennesima ammissione di colpevolezza, in merito all'omicidio di cui è accusata.
Resta comunque attiva la campagna di disinformazione, come dimostra per esempio Repubblica che afferma che la voce della donna è coperta dallo speaker (come si può notare guardando il video).

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©