Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Pyongyang accusa Seul di sconfinamenti sul mare

Sale la tensione tra le due Coree, soldati in stato di allarme


Sale la tensione tra le due Coree, soldati in stato di allarme
25/05/2010, 16:05

SEUL - Sale la tensione al confine tra le due Coree, dopo le ultime novità. Pyongyang accusa la marina sudcoreana di avere invaso lo spazio navale nordcoreano, con decine di navi; e ha deciso di interrompere le relazioni diplomatiche e commerciali con il Paese vicino, fino a quando resterà al comando il presidente sudcoreano Lee Myung Bak. Inoltre è giunto l'ordine ai soldati di restare in stato di allerta, pronti a "mettere in atto misure militari concrete per difendere le sue acque; e la Corea del Sud sarà ritenuta pienamente responsabile delle relative conseguenze".
Dal canto suo Seul nega qualsiasi sconfinamento, ma tramite il North Korea Intellectuals Solidarity (Nkis), gruppo di rifugiati nordcoreani pagati dal governo sudcoreano e dagli USA, fa sapere che l'ordine di mobilitazione è stato dato pubblicamente e in tutta la nazione. E non da oggi, ma dallo scorso 20 maggio, data in cui i sudcoreani organizzarono una conferenaz stampa in cui annunciarono che un sottomarino della Corea del Nord era stato responsabile dell'affondamento di una bave sudcoreana lo scorso 29 marzo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©