Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

L'annuncio fatto dal Ministro dell'Interno birmano

San Suu Kyi libera a novembre?


San Suu Kyi libera a novembre?
25/01/2010, 11:01

MYANMAR - Aung San Suu Kyi, già Premio Nobel per la Pace, sarà liberata a novembre, quando terminerà ilperiodo stabilito per gli arresti domiciliari. Ad annunciarlo, ad una riunione con imprenditori e politici locali, è stato il Ministro dell'Interno del regime militare che guida con pugno di ferro il Myanmar, Maung Oo.
La notizia è da confermare e bisogna vedere cosa succederà nel frattempo, ma l'ipotesi non è campata in aria. Infatti un mese prima, ad ottobre 2010, si celebreranno le elezioni nazionali per la prima volta dal 1990. Allora vinse la Lega Nazionale per la Democrazia, guidata proprio da San Suu Kyi; ma subito dopo il regime le annullò, imprigionando la leader politica. E da allora Aung San Suu Kyi ha passato da detenuta ben 14 dei 20 anni trascorsi. Quindi è facile immaginare che se la giunta militare vincerà le elezioni, non importa come, il gesto magnanimo di liberare Aung San Suu Kyi potrà essere un ottimo gesto di PR, anche se si unirà ad una smepre minore libertà dei cittadini.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©