Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Santiago di Compostela, scarcerato il macchinista


Santiago di Compostela, scarcerato il macchinista
29/07/2013, 09:27

SANTIAGO DI COMPOSTELA -  Francos Garzon non è più in carcere. Lo riporta El Pais  spiegando che dopo un interrogatorio di due ore, i giudici hanno predisposto per il macchinista , che ha provocato l’immane tragedia  per la morte di 79 passeggeri, la scarcerazione. Secondo i provvedimenti disposti dai legali,  oltre alla sottrazione del passaporto, Garzon, accusato di omicidio colposo,  dovrà presentarsi per obbligo di firma in tribunale ogni settimana fino al termine del processo. Ricordiamo che il macchinista ha poi ammesso, dopo resistenze a rilasciare alcune indicazioni, di essere stato vittima dell’imprudenza, anche se  più volte, tramite i social network, l’uomo non aveva mai nascosto la sua inclinazione all’incauta velocità durante le ore lavorative .
Infatti, durante la fase del deragliamento il treno andava ad una velocità massima di 190 km/h in un punto in cui la velocità consentita era di 80.
Mentre si attendono  sviluppi sull’inchiesta, è scattata la polemica dei soccorsi tardivi e non organizzati post incidente. Adesso,si attendono le ore serali per le celebrazioni solenni che onoreranno le vittime di questa immane tragedia che sta piegando la Spagna.
Nella Cattedrale barocca di Santiago, dove si celebreranno le funzioni, ci sarà anche  il premier Mariano Rajoy.  

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©