Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Sarkozy: cristiani in Oriente vittime di un piano malvagio

Sarkozy parla dei cristiani perseguitati

Sarkozy: cristiani in Oriente vittime di un piano malvagio
07/01/2011, 17:01

PARIGI - C’è un piano di epurazione dei cristiani dal Mediorente: queste le parole del presidente francese Nicolas Sarkozy durante il discorso di inizio anno dinanzi ai leader religiosi del paese. In Iraq e in Egitto i cristiani sono a casa loro e lo sono da più di 2000 anni - ha aggiunto il presidente francese - Non possiamo tollerare che questa diversità culturale e religiosa, che è la norma nella maggior parte dei paesi occidentali, scompaia in questa parte del mondo”. Troppi i fatti accaduti negli ultimi tempi: Alessandria d’Egitto, Nigeria e Bagdad. Episodi che fanno pensare necessariamente ad un “piano particolarmente malvagio di pulizia religiosa nel Medioriente”. Sulla Francia infine Sarkozy ha precisato: “Ciascuno in Francia deve poter pregare il Dio che vuole nella pace e nella sicurezza. La preghiera non fa rumore, non dà fastidio e non aggredisce nessuno. Nel momento in cui viene minacciata la libertà di culto è lo stesso edificio della democrazia ad essere minacciato".
 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©