Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Per la prima volta una legge elimina due principi storici

Sarkozy: "Via la cittadinanza agli stranieri criminali"


Sarkozy: 'Via la cittadinanza agli stranieri criminali'
30/07/2010, 16:07

PARIGI - Una proposta di legge del Presidente francese Nicholas Sarkozy è destinata a far discutere nuovamente la nazione. La legge infatti prevede il ritiro della nazionalità francese a qualunque straniero si macchi di atti di violenza contro la Polizia o contro qualsiasi altro dipendente pubblico. E' una legge che già sta facendo discutere perchè attacca due principi che in Francia sono stati sempre rispettati: il primo è quello della nazionalità, che una volta data è quasi impossibile da ritirare; il secondo è quello che per la prima volta si fa una legge che prevede un trattamento differente tra francesi di nascita e coloro che hanno preso la cittadinanza solo successivamente.
Potrebbe essere l'ultimo colpo di coda di un Sarkozy, ormai ai minimi storici di popolarità; ma senz'altro è un'altra legge discussa. E' stata motivata come una legge necessaria per risolvere i problemi delle banlieux e dei campi rom, dato che periodicamente avvengono in queste zone delle violenze, nelle quali hanno la peggio molti poveri cittadini e qualche poliziotto o qualche gendarme. Ma in realtà è solo l'ennesimo tentativo di Sarkozy di aumentare il proprio consenso mostrandosi duro ed inflessibile

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©