Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Scandalo 007, Juncker rassegna le dimissioni

L'ex presidente dell'Eurogruppo getta la spugna dopo 18 anni

Scandalo 007, Juncker rassegna le dimissioni
11/07/2013, 11:26

LUSSEMBURGO – E' stata scritta una nuova pagina dello scandalo degli 007. Jean-Claude Juncker, premier del Lussemburgo, ha dato le dimissioni annunciando la convocazione di elezioni anticipate, che potrebbero svolgersi il prossimo 20 ottobre. La decisione arriva dopo un periodo in cui Juncker ha ininterrottamente governato il paese per 18 anni da primo ministro. A staccare la spina al suo governo di coalizione sono stati i socialisti di Alex Bodry, che hanno chiesto elezioni anticipate entro tre mesi. In un rapporto della commissione d’inchiesta sulla condotta dei servizi segreti Srel, che per anni avrebbero spiato e intercettato illegalmente migliaia di cittadini, viene addossata la “responsabilità politica” per quelli che vengono definiti gravi malfunzionamenti dell’intelligence lussemburghese.

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©