Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

L'ex a.d. era stata arrestata ieri a Londra

Scandalo intercettazioni, Brooks libera su cauzione

A renderlo noto il portavoce della polizia, David Wilson

Scandalo intercettazioni, Brooks libera su cauzione
18/07/2011, 09:07

LONDRA - "Posso confermare che Rebekah Brooks è stata liberata ieri sera su cauzione fino ad ottobre". Queste le parole del portavoce della polizia, David Wilson. La donna, fino alla scorsa settimana, ricopriva l'incarico di amministratore delegato di News International, la divisione britannica del gruppo editoriale News Corporation di Rupert Murdoch. In passato era stata direttrice di News of the Word e The Sun. Brooks si è dimessa venerdì a causa dello scandalo sulle intercettazioni illegali e la corruzione di poliziotti da parte di News of the Word. Con tali accuse era stata arrestata a Londra ieri a mezzogiorno e poi liberata in serata su cauzione. L'ex amministratore delegato dovrebbe essere ascoltata domani alla Camera dei Comuni insieme a Rupert Murdoch e al figlio James. Intanto Sir Paul Stephenson, il capo di Scotland Yard, si è dimesso, perché travolto dallo scandalo delle intercettazioni. ''Non avevo idea della portata dello scandalo'' ha detto Stephenson in una conferenza stampa in diretta Tv. Sir Paul e' rimasto intrappolato nella bufera delle intercettazioni per aver accettato doni loschi - un soggiorno di 20 giorni in una spa di lusso - da uno degli indagati, l'ex vice direttore di News of the World Neil Wallis, che lui stesso aveva tra l'altro assunto come consulente di Scotland Yard. ''Avremmo dovuto fare le cose diversamente'', ha detto il capo della polizia, Sir Paul Stephenson, nella dichiarazione con cui ha annunciato le sue dimissioni. ''Questo non e' il momento per le illazioni'', ha detto il capo di Scotland Yard, indicando che la sua posizione ''correva il pericolo di essere eclissata dal dibattito in corso tra i politici e sui media. E questo non e' mai giusto''

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©