Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Rebekah Brooks: "E' prassi l'uso di investigatori privati"

Scandalo intercettazioni, Murdoch e figlio in Parlamento

Tentativo di aggressione da parte di un anarchico

Scandalo intercettazioni, Murdoch e figlio in Parlamento
19/07/2011, 21:07

LONDRA - Rupert Murdoch e il figlio James hanno affrontato la commissione parlamentare. Durante l'audizione hanno risposto alle domande sullo scandalo intercettazioni. Momenti che hanno attirato un pubblico televisivo di milioni di britannici appassionati alla vicenda. "Il giorno più umiliante della mia vita" - ha detto Murdoch. E' avvenuto anche un colpo di scena: il tentativo di aggressione da parte di un anarchico. Anche Rebekah Brooks è stata interrogata sui rapporti con il primo ministro britannico Cameron. "Per quanto riguarda Cameron ci siamo incontrati circa 26 volte, non sono stata a Downing Street da quando è primo ministro. Ci sono stata quando c'erano Blair e Gordon Brown. Per quanto riguarda quest'ultimo, sono stata forse sei volte all'anno lì. E con Tony Blair lo stesso numero di volte, forse negli ultimi anni un po' più spesso" -  ha dichiarato Rebekah Brooks. L'ex direttrice del News of the World ha unito le sue scuse a quelle pronunciate poco prima da Rupert Murdoch. "Quello che è successo a News of the World è stato terribile e abominevole" - ha aggiunto. Inoltre l'ex direttrice ora agli arresti domiciliari ha aggiunto che l'uso degli investigatori privati è prassi comune in Fleet Street". Dopo 5 ore di lavori intensi, la giornata di audizioni è stata chiusa.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©