Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Il ministro Friedrich è intenzionato a ricorrere al veto

Schengen, Germania si oppone all'ingresso di Bulgaria e Romania

Si teme un forte afflusso di profughi rom

Schengen, Germania si oppone all'ingresso di Bulgaria e Romania
03/03/2013, 16:53

BERLINO - In vista di una possibile apertura dell'area di libera circolazione di Schengen a Bulgaria e Romania, la Germania annuncia di essere pronta a porre il veto all'ingresso dei due paesi nell'area.

In un'intervista concessa alla rivista settimanale tedesca Der Spiegel, il ministro federale dell'Interno, Hans-Peter Friedrich, ha spiegato che la Germania è pronta a ricorrere al veto per opporsi alla proposta di includere anche Bulgaria e Romania nell'area Schengen. In particolar modo, il ministro è parso piuttosto allarmato a causa del forte afflusso dei mesi scorsi di profughi rom dai Balcani in Germania, dove possono usufruire dei ebnefici sociali.

La questione verrà trattata il prossimo 7 marzo dai ministri di Giustizia e dell'Interno dell'UE. Ma il ministro Friedrich ha già annunciato che, qualora Bulgaria e Romania dovessero insistere per una votazione, l'iniziativa fallirà a causa del veto tedesco. Il diritto di trasferirsi da un Paese all'altro dell'Unione, secondo Friedrich, è valido soltanto nel momento in cui il cittadino voglia studiare o lavorare nel Paese che lo ospita. Pertanto, considerando inammissibile che la gente si trasferisca in Germania solo perchè lì esistono le più alte prestazioni sociali, il ministro ha precisato: "Ogni cittadino che rispetta questi requisiti è benvenuto da noi, ma chi viene solo per incassare prestazioni sociali e abusa del diritto di libera circolazione deve essefe efficacemente respinto".

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©