Dal mondo / America

Commenta Stampa

Schiaffo a Washington, Cuba di nuovo nell'OSA


Schiaffo a Washington, Cuba di nuovo nell'OSA
04/06/2009, 09:06

L'Organizzazione degli Stati Americani (OSA) ha deciso di far rientrare, dopo 47 anni, anche Cuba nel suo seno. Infatti il Paese era stato espulso dopo il 1962 quando cominciò l'ininterrotto embargo statunitense. Ed ancora oggi il governo Obama, tramite il Segretario di Stato Hillary Clinton, ha cercato in ogni modo di bloccare questo riconoscimento, ma è stato messo in minoranza.
Così il Ministro degli Esteri ecuadoregno, Fander Falconi, ha potuto annunciare l'importante modifica. E a Cuba l'evento è stato festeggiato alla grande: la TV di Stato l'ha definita una "giornata storica di rivendicazione dell'indipendenza dell'America Latina nonostante le pressioni degli Stati Uniti". E tuttavia, Cuba ha specificato di non avere chiesto di entrare nell'OSA, considerata piena di una storia estremista e tenebrosa.
Ma è importante che ci siano questi segnali di disgelo. Offrono la possibilità di un percorso verso la democratizzazione di Cuba, nonostante gli USA.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©