Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

SCIOPERO CONTRO IL GOVERNO NEL KASHMIR INDIANO


SCIOPERO CONTRO IL GOVERNO NEL KASHMIR INDIANO
20/09/2008, 11:09

L'India continua ad essere teatro di scontri e manifestazioni. Lo sciopero generale contro il governo, indetto dal movimento separatista del Kashmir, ha costretto oggi i negozi della principale città della regione secessionista a rimanere chiusi e la gente a restare in casa. Lo hanno riferito fonti della polizia locale. L'attuale ondata di proteste è la più forte dall'ultima rivolta della maggioranza musulmana contro il governo indiano, scoppiata nello stato himalayana nel 1989. Ad organizzare lo sciopero di oggi è stata una nuova alleanza formata da un movimento musulmano di separatisti, insieme ai rappresentati delle imprese e degli avvocati locali. Srinagar, una delle città più importanti del Kashmir indiano, dove vivono circa un milione e centomila persone, viene assiduamente controllata dalla polizia ed è diventata la nuova sede del movimento di opposizione al governo indiano, a causa soprattutto degli abusi perpetrati dalle truppe di Nuova Delhi nei confronti dei musulmani del Kashmir.

 

Commenta Stampa
di Serena Grassia
Riproduzione riservata ©