Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Dopo il primo esperimento, pronta la produzione in serie

Scozia: pronta la prima centrale eolica galleggiante


Scozia: pronta la prima centrale eolica galleggiante
24/08/2010, 16:08

SCOZIA - Uno dei posti migliori dove mettere le pale eoliche per produrre energia elettrica, è nelle prossimità del mare: c'è sempre una brezza, almeno, che permette alle turbine di funzionare 24 ore su 24. Ma costruire gli alti pali che sorreggono la struttura vicino alle spiaggie, rischia di rovinarne l'aspetto paesaggistico; la stessa cosa avviene se vengono costruite a mare, dato che, per ragioni strutturali, non è possibile andare su fondali che superano i 60-70 metri di profondità. E quindi si resta comunque piuttosto vicino alla spiaggia.
Ma la norvegese Statoil è andata oltre: ha creato un tipo di turbina eolica capace di galleggiare, grazie ad un supporto galleggiante a base concava. la struttura è alta circa 100 metri, con delle pale lunghe 82 metri, che sono in grado di produrre fino a 2,3 megawatt. Possono essere posizionate anche in acque profonde fino a 700 metri. A tale distanza dalle coste (parliamo di alcuni chilometri, oltre la piattaforma continentale) il vento è anche più costante e meno forte di quello che c'è sulla spiaggia, cosa che garantisce un funzionamento più uniforme. Lo scorso settembre ne è stato approntato un prototipo, posto a 10 Km dalle coste norvegesi, ed ha funzionato senza criticità. Quindi la Statoil si è messa d'accordo con il governo scozzese per creare una vera e propria centrale elettrica galleggiante in alto mare: i siti sono uno al largo di Aberdeen e un altro al largo dell'isola di Lewis.
Ancora una volta, sono i paesi che meno hanno a disposizione fonti rinnovabili che ne fanno un uso migliore

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©