Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Ieri dal pontefice parole di dialogo verso l’Islam

Seconda giornata fitta di impegni per il Papa in Libano

Incontri politici e nel pomeriggio parlerà ai giovani

Seconda giornata fitta di impegni per il Papa in Libano
15/09/2012, 10:28

BEIRUT - Agenda fitta di impegni per il Papa nel suo secondo giorno di viaggio in Libano. Benedetto XVI inizierà la sua giornata con una serie di incontri politici e istituzionali, mentre nel pomeriggio incontrerà i giovani mediorientali.

La nuova giornata inizierà con la visita al palazzo presidenziale di Baabda, dove il Papa incontrerà il presidente della Repubblica Michel Sleiman e, in successivi incontri privati, il presidente del Parlamento Nabih Berri e il presidente del Consiglio dei ministri Nagib Mikati. Successivamente, sempre nel Palazzo presidenziale di Baabda, il Papa rivolgerà poi un discorso a capi delle principali quattro comunità religiose musulmane (sunniti, sciiti, drusi e alawiti), membri del Governo, delle istituzioni con il corpo diplomatico, rappresentanti del mondo della cultura e capi delle altre Chiese e confessioni cristiane. Dopo il pranzo nel patriarcato cattolico di Cilicia degli Armeni, con i patriarchi e vescovi del Libano, Benedetto XVI, invece, trasferitosi a Bkerke, incontrerà i giovani del Libano e del Medio oriente.

Intanto, il suo arrivo a Beirut è stato accolto da migliaia di persone scese in strada, con bandiere libanesi e vaticane, per il salutare il Papa. la visita di Benedetto XVI cade nei giorni caratterizzati da una eccessiva ondata di rabbia e protesta nei confronti degli Usa da parte del mondo musulmano. Solo Ieri il pontefice, nel pieno dell’ondata di violenze contro le ambasciate Usa, ha usato parole di dialogo verso il mondo islamico, mettendo in guardia però dalle”falsificazioni” dell’integralismo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©