Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Angela Merkel: "Necessario ridurre gli squilibri globali"

Seul, al via il G20, i Grandi a favore del libero commercio


Seul, al via il G20, i Grandi a favore del libero commercio
11/11/2010, 09:11

SEUL - A poche ore dall'apertura ufficiale del G20, un accordo sui punti chiave, vale a dire la questione dei cambi e gli squilibri delle bilance commerciali,appare molto lontano.
Per questa sera è previsto l'incontro dei leader mondiali per discutere della situazione economica e delle regole finanziarie, mentre domani un'intera sessione sarà dedicata ai cambiamenti climatici e al commercio.
Sono arrivati nella capitale coreana anche il ministro dell'Economia Giulio Tremonti e il premier italiano Silvio Berlusconi, che è atteso in serata al museo nazionale dove si terrà la cerimonia di benvenuto tra il Leaders. A Seoul sono attese circa 50 mila persone per la manifestazione e proprio vicino al Coex, l'edificio della capitale, una donna ha tentato di darsi fuoco.
"L'obiettivo degli Stati Uniti è di favorire una crescita stabile e responsabile dell'economia americana", ha detto il presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Un appello è stato lanciato dall'Unione europea agli Stati Uniti e Cina. Il presidente della Ue, Herman Van Rompuy ha annunciato: "Bisogna assolutamente evitare una guerra delle monete e ogni forma di protezionismo".
Anche la posizione del premier inglese David Cameron è contraria ad un ritorno alle politiche protezionistiche. "Per una crescita forte ed equilibrata e' necessario ridurre gli squilibri globali sul fronte delle bilance commerciali. Ma fissare limiti per i surplus o i deficit commerciali, sarebbe una decisione in contrasto con i principi del libero commercio nel mondo", ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©