Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Rifuggiato in Arabia saudita dal 14 gennaio scorso

Si apre il processo in contumacia per l'ex presidente Ben Ali

L'accusa: omissione di ingenti somme di denaro e gioielli

Si apre il processo in contumacia per l'ex presidente Ben Ali
20/06/2011, 11:06

BEIRUT - Oggi avrà inizio a Tunisi Al tribunale si prima istanza, il processo all’ex presidente Zene El Abidine Ben Ali e alla moglie, Leila Trebelsi, entrambi contumaci. Il processo si estende anche per altri membri del loro enturage. Si tratta del primo di una lunga serie di procedimenti istruiti, dalla giustizia penale e militare, a carico dell'ex dittatore. Dopo mesi di proteste popolari, la famiglia di Ben Ali, dal 14 gennaio scorso si è rifugiata in Arabia saudita. Ben Ali e la moglie dovranno rispondere dell’accusa di omissione di ingenti somme di denaro, gioielli, armi e sostanze stupefacenti nei due palazzi abitati dalla coppia presidenziale. Attraverso i loro legali, i coniugi fanno sapere che intendono ottenere un rinvio dell’udienza per preparare meglio gli atti di difesa. Gli avvocati hanno definito questo processo "una buffonata", se la richiesta di rinvio non dovesse essere accolta dalla corte.

Commenta Stampa
di Carmen Cadalt
Riproduzione riservata ©