Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Più vicina la possibilità di una risoluzione di condanna Onu

Siria: 337 morti ad Homs, Tunisia espelle ambasciatore siriano


Siria: 337 morti ad Homs, Tunisia espelle ambasciatore siriano
04/02/2012, 14:02

HOMS (SIRIA) - E' stata una notte di sangue, ad Homs. Secondo fonti dell'opposizione poi riprese dai mass-media, l'esercito di Assad avrebbe attaccato la città di Homs, una delle roccaforti dei ribelli. Secondo Al Arabiya, il bilancio sarebbe di 337 morti e 1300 feriti. A questi vanno aggiunti almeno altri 28 morti avvenuti in altre città siriane nel corso della giornata.
L'episodio ha avuto già pesanti conseguenze internazionali. La Tunisia per esempio ha deciso l'espulsione dell'ambasciatore siriano. ;a soprattutto il rischio è che questa azione possa avere ripercussione nel Consiglio di Sicurezza dell'Onu, dove si sta discutendo una risoluzione contro il presidente Assad e la Siria. Finora non c'è stata nessuna conseguenza reale perchè la Russia ha anticipato che metterà il veto su ogni risoluzione che non preveda espressamente il divieto di usare la forza contro il Paese mediorientale. Essendo uno degli alleati storici di Mosca, il governoi di Putin vuole evitare una risoluzione che, come è successo con la Libia, funga solo da grimaldello per un'azione militare da parte dei Paesi Occidentali.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©