Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Intanto le violenze nel Paese continuano

Siria: Assad incontra l’inviato Onu-Lega araba


Siria: Assad incontra l’inviato Onu-Lega araba
15/09/2012, 12:06

DAMASCO - Faccia a faccia tra il presidente siriano Bashar al-Assad  e l’inviato speciale Onu-Lega araba Lakhdar Brahimi, il successore di Kofi Annan. Al centro dell’incontro avvenuto a Damasco, così come riportato dalla tv di Stato siriana, ancora una volta l’analisi della crisi siriana: i due hanno discusso degli sforzi da mettere in atto per porre fine al conflitto nel Paese, in corso da 18 mesi. L’incontro tra Assad e Brahimi è il primo da quando quest’ultimo, due settimane fa, ha preso il posto di Kofi Annan come inviato speciale.

Intanto le violenze in Siria proseguono. Ieri, secondo l’Osservatorio siriano dei diritti umani, sono state uccise almeno 160 personein varie città del Paese, tra cui anche bimbi e donne. Bilanci e notizie sugli scontri sono riferiti da attivisti riuniti in vari comitati di coordinamento locali. Bombardamenti dell’aviazione di Damasco si sono verificati su quartieri residenziali abitati da civili e ritenuti roccaforte dell’Esercito libero. Secondo la testimonianza offerta dai residenti, due elicotteri militari hanno sganciato alcuni barili-bomba nei pressi della moschea Sharqi, dove era in corso la preghiera del venerdì. Altre letali bombe improvvisate, sempre più usate dall’aviazione governativa, sono state sganciate sul vicino quartiere residenziale, uccidendo i cinque bambini, tre dei quali appartenenti alla famiglia Samara (Fatima, Sultan e Muhammad). Altre due vittime sono Dima al Miqdad, la donna Ibtissam Tarbush moglie di uno dei Samara e il figlio piccolo di cui ancora non si conosce il nome.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©