Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

E Mosca dice: "Niente ultimatum per la conferenza di luglio"

Siria: Bashar al Assad annuncia l'arrivo dei missili russi


Siria: Bashar al Assad annuncia l'arrivo dei missili russi
30/05/2013, 13:54

DAMASCO (SIRIA) - Il presidente siriano Bashar al Assad ha annunciato che sono arrivati i primi missili S-300 dalla Russia. Si tratta di missili in grado di intercettare sia gli aerei che i missili, ed hanno uno scopo esclusivamente difensivo. L'annuncio è avvenuto durante una intervista rilasciata alla televisione libanese Al-Manar. L'intervista andrà in onda questa sera, ma ne sono stati anticipati alcuni stralci. 
Intanto la Russia, che sta cercando di organizzare una conferenza di pace a Ginevra, per risolvere la situazione di conflitto nel Paese, ha rifiutato il diktat della coalizione nazionale dell'opposizione (supportata da Usa, Qatar e Arabia Saudita) di far cadere Assad come precondizione per partecipare alla conferenza. Il Ministro degli Esteri Lavrov è stato esplicito: "Ci sono altri gruppi seri delle forze di opposizione; e alcuni sono pronti a partecipare alla conferenza internazionale senza condizioni preliminari. In generale, a nessun è consentito lanciare ultimatum". 
Intanto il Libero Esercito Siriano ha accusato il Libano di aver mandato 7000 uomini a collaborare con l'esercito siriano nella battaglia che da giorni si sta combattendo a Qusayr. Una accusa quasi divertente, dato che proviene da un esercito formato di mercenari ceceni, libici, sauditi e di molte altre nazionalità. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©