Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Siria, Bettini:"Entro maggio cinque osservatori italiani"

Dal Consiglio dei Ministri arriva il via libera

Siria, Bettini:'Entro maggio cinque osservatori italiani'
11/05/2012, 21:05

Arriva il via libera del Consiglio dei Ministri per i cinque osservatori italiani in Siria. Lo ha confermato il sottocapo di Stato Maggiore della Difesa, ammiraglio Cristiano Bettini, durante una visita allo stand del ministero della Difesa presso il Salone Internazionale del Libro a Torino. “Le operazioni nelle quali dal 1982, dal Libano in poi, siamo intervenuti sono state tutte autorizzate da risoluzioni delle Nazioni Unite”, ha dichiarato Bettini, “Ad oggi le Nazioni Unite hanno esclusivamente autorizzato un intervento di osservatori. L'Italia ne ha dati disponibili 17, intanto ne partiranno 5. Proprio questa mattina il Parlamento ha autorizzato e partiranno entro la metà di questo mese”. “Questo”, ha continuato l’ammiraglio, “è  il massimo del contributo che il Paese da' a questa operazione. E' chiaro che e' una situazione da mesi in forte evoluzione negativa e quindi ciò che succederà dovrà poi essere riportata alle Nazioni Unite e lì cosa si dovrà e si potrà fare sarà deciso successivamente”. Al sottocapo di Stato Maggiore è stato chiesto se l’Italia è pronta, in caso di intervento operativo. Bettini ha risposto: “Il ministro degli Esteri ha ipotizzato un intervento di 2000-3000 persone ma sono ipotesi che devono essere vagliate perché le Nazioni Unite si avvalgono di Paesi e forze volontariamente contributrici, quindi non esiste un'obbligatorietà. Allo stato attuale, avendo mandato degli osservatori, credo che la predisposizione sia favorevole”.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©