Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Sale la tensione, la Confederazione: "Intervenga l'Onu"

Siria: Damasco rifiuta "categoricamente" decisioni della Lega Araba


Siria: Damasco rifiuta 'categoricamente' decisioni della Lega Araba
12/02/2012, 20:02

Si incrinano ulteriormente i rapporti tra il regime di Assad e la Lega Araba. Damasco ha infatti respinto "categoricamente" le decisioni della confederazione, ed attraverso il suo ambasciatore al Cairo, sottolinea che l’accordo avanzato "rispecchia l'isteria di quei Stati" che non hanno tollerato la bocciatura della risoluzione da parte del Consiglio di sicurezza dell'Onu. Rottura che arriva dopo qualche ora dalla decisione dei leader degli stati membri della Lega Araba di mettere termine alla missione degli osservatori in Siria e a chiedere che l'Onu invii nel Paese una forza internazionale di peacekeeping. L'organismo panarabo, secondo quanto emerge da una bozza elaborata durante la riunione odierna al Cairo, vuole anche il rafforzamento delle sanzioni nei confronti del regime di Damasco e la sospensione di "tutte le forme di cooperazione diplomatica" con la Siria.
La risposta di Damasco è arrivata qualche ora dopo. Riunito nella capitale egiziana, l'organismo aveva approvato nel pomeriggio una risoluzione con cui si mette fine alla missione degli osservatori nel Paese mediorientale, si chiede al Palazzo di vetro l'invio dei caschi blu, si auspica la sospensione di tutte le forme di cooperazione diplomatica con Damasco. Inoltre si riafferma la necessita' di sanzioni economiche e si decide di aprire "tutti i canali di comunicazione forme di comunicazione possibile con l'opposizione siriana, alla quale si dara' tutto il possibile sostegno politico e materiale". Le violenze contro i civili, si legge nella risoluzione, violano la legalita' internazionale e "i responsabili meritano di essere puniti".

Commenta Stampa
di daga
Riproduzione riservata ©