Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Continua corruzione di ufficiali siriani per la diserzione

Siria: gli Usa preparano F-16 e missili Patriot per la no-fly zone


Un F-16 sulla pista
Un F-16 sulla pista
16/06/2013, 17:22

DAMASCO (SIRIA) - Nonostante la Russia abbia preavvisato il suo veto, in caso si arrivi ad una risoluzione nel Consiglio di SIcurezza delle Nazioni Unite,  gli Stati Uniti si preparano ad attaccare la Siria. Per questo hanno deciso di lasciare in Giordania gli F-16 e i missili Patriot che verranno trasferiti per le esercitazioni previste a fine giugno. Così verrà aperto di fatto un nuovo fronte contro la Siria, quello meridionale, completando l'accerchiamento militare del Paese. 
Ma la misura è necessaria per sostenere l'esercito di mercenari - finanziato da Arabia Saudita e Qatar, armato da Usa ed Israele e che si addestra in Turchia - che rischia di subire una debacle completa se l'esercito regolare siriano dovesse scacciarli da Aleppo, la seconda città del Paese. Per questo sono iniziati nuovamente i trasferimenti di ingenti somme di denaro dal Qatar a vantaggio di ufficiali siriani disposti a tradire il proprio Paese. E i risultati si vedono: una settantina di ufficiali - tra cui 6 generali e 22 colonnelli - sono scappati in Turchia, con le rispettive famiglie. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©