Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Anche la Gb accusa Assad di aver usato armi chimiche

Siria: i ribelli sconfitti a Qusayr accusano i libanesi


Siria: i ribelli sconfitti a Qusayr accusano i libanesi
05/06/2013, 10:24

QUSAYR (SIRIA) - Netta vittoria dell'esercito regolare siriano a Qusayr, una città strategicamente molto importante. L'ha annunciato la Tv di Stato siriano, ma è stato confermato anche dagli stessi esponenti del cosiddetto "Esercito libero siriano" (un esercito di mercenari che da tre anni mette a ferro e fuoco la Siria). Questi ultimi però hanno accusato della sconfitta le "migliaia e migliaia" di truppe Hezbollah, provenienti dal Libano. Nel comunicato, le autorità vengono anche minacciate: se non fermeranno l'afflusso di combattenti libanesi, l'Els porterà la guerra anche in Libano. 
Contemporaneamente, anche un portavoce del governo britannico ha asserito di avere prelevato materiale in Siria che porta evidenti tracce di sarin (un gas nervino letale, ndr) e di avere prove evidenti che il governo di Assad ha usato e continua ad usare armi chimiche. Inutile chiedere quali siamno queste prove, come sono state ottenute, dove e come sanno che è stato Assad. Come tutte le affermazioni di questo genere fatte negli ultimi mesi, bisogna fidarsi del governo inglese, come degli altri governi europei, ciecamente e senza uno straccio di prova. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©