Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Esplosa un'autobomba ad Hama, diversi morti

Siria, il 23 novembre nuova conferenza di pace

L'obiettivo era un posto di controllo del regime di Assad

Siria, il 23 novembre nuova conferenza di pace
20/10/2013, 12:13

DAMASCO (SIRIA) - E’ di diversi morti il bilancio dell’attentato che gli oppositori del regime di Bashar al Assad hanno messo a punto oggi con un’autobomba ad Hama, città nel centro della Siria, controllata da forze governative. A riferirlo è stata la tv di Stato.

L’esplosione dell’autobomba, che secondo la tv di Stato sarebbe avvenuta vicino ad un’impresa di mezzi agricoli all’interno di un quartiere di Hama, è stata confermata anche dall’Osservatorio siriano per i diritti umani, una Ong con sede a Londra, che ha parlato di una “violenta esplosione sulla strada che collega Sinaa ad Hama, seguita da intensi colpi di arma da fuoco”. L’Osservatorio ha chiarito anche che l’obiettivo degli attentatori era “un posto di controllo vicino ad una impresa di mezzi agricoli dove si trovano truppe del regime”.

E’ proprio nella giornata dell’ennesimo attentato che ha inevitabilmente colpito la popolazione siriana che il segretario della Lega Araba, Nabil al-Arabi, su indicazione dell’inviato speciale dell’Onu Lakhdar Brahimi, annuncia la data dell’attesa conferenza di pace sulla Siria, la cosiddetta Ginevra2, che si terrà il 23 novembre.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©