Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Un Ministro siriano sfugge ad un attentato

Siria: il governo Assad accusato di bombardare Aleppo


Foto di archivio
Foto di archivio
23/11/2013, 13:59

DAMASCO (SIRIA) - Nuovo controverso episodio di sangue in Siria. I "ribelli" (cioè i mercenari che da anni hanno iniziato la guerra in Siria) hanno accusato il governo di Bashar al Assad di aver bombardato con aerei la zona est di Aleppo, saldamente nelle loro mani. Parlando con un giornalista della Tv al-Arabiya, hanno parlato di 29 morti; ma manca una controprova neutrale. 
Sempre questa mattina, a Tartous, in Libano, il Ministro siriano per la Riconciliazione Nazionale Ali Haidar è sfuggito per poco ad un agguato. Mentre la sua vettura si muoveva lungo una strada costiera, molti colpi di armi da fuoco sono stati indirizzati verso di lui. I colpi l'hanno mancato, ma hanno ucciso l'autista della vettura. La pronta reazione della scorta ha messo in fuga gli assalitori. Un anno fa, in Siria, il figlio del Ministro era stato ucciso in un agguato organizzato con le stesse modalità. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©