Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Nuovo bagno di sangue: 34 morti in poche ore

Siria, Kofi Annan ottimista dopo due tavoli con Assad


Siria, Kofi Annan ottimista dopo due tavoli con Assad
11/03/2012, 20:03

Trattative serrate per trovare una soluzione diplomatica alla crisi in Siria, che sta provocando centinaia di morti tra gli oppositori del governo di Damasco. Anche quella di oggi è stata una giornata di sangue per le strade del paese, l’inviato dell’Onu e della Lega Araba, Kofi Annan cerca uno spiraglio per l’immediato cessate il fuoco, in una missione che finora si è rivelata fallimentare. Secondo Annan ci sarebbe un punto su cui poter lavorare per fermare la strage di civili. "Ho dato ad Assad concrete proposte per uscire dalla crisi" le prime parole dette ai giornalisti dall'inviato, ricevuto per la seconda volta a Damasco dal presidente siriano. Annan si è detto prima ottimista, ma poi ha ammesso che è difficile riuscire a trovare presto un accordo per la fine delle violenze in Siria.
"Sarà dura, sarà difficile ma dobbiamo avere speranze e io ho alcune ragioni per essere ottimista", ha detto.
E mentre le trattative proseguivano nei palazzi del potere, in strada andava avanti il piano di rastrellamento del regime. Almeno 34 persone, più della metà civili, sono stati uccise oggi in Siria. Nello specifico, le vittime sono 15 civili e 14 combattenti ribelli, in gran parte uccise nella provincia settentrionale di Idlib, secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani. Le altre vittime sono morte nella provincia centrale di Hama e in quella di Damasco.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©