Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

La crisi nel Paese di Assad

Siria, Kofi Annan: "Subito il piano di pace"

Ma continuano violenze e uccisioni

Siria, Kofi Annan: 'Subito il piano di pace'
30/03/2012, 20:03

Non c'è pace in Siria. Le truppe di Al-Assad hanno colpito alcune zone di Homs oggi e almeno 10 persone sono state uccise durante gli scontri, mentre l'inviato di pace Kofi Annan, inviato per mediare in questa difficile crisi, ha detto al presidente siriano che le sue forze devono essere le prime a cessare il fuoco e ritirarsi.
"La scadenza è ora" - ha detto il portavoce di Annan a Ginevra -  "Ci aspettiamo che implementi il piano immediatamente". Se le truppe siriane si ritirassero, nel paese si tornerebbe alle proteste pacifiche: questo è quanto spiegano gli attivisti che si oppongono al regime di Al-Assad.
Assad ha assicurato che implementerà il piano di pace, ma ha anche specificato che gli altri paesi devono cessare immediatamente di passare  armi e denaro ai gruppi di opposizione.

LA RICHIESTA DI ANNAN - Kofi Annan chiede il ritiro delle armi pesanti e delle truppe dalle città e dai paesi, l'assistenza umanitaria, la liberazione dei prigionieri e la libertà di ingresso e movimento nel Paese per i giornalisti. Nessuna indicazione, però, sull'eventualità che Assad lasci il potere.

Commenta Stampa
di Gaia Bozza
Riproduzione riservata ©