Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Usa e Russia fingono di non vedere

Siria: la Turchia prosegue gli attacchi contro i curdi


Siria: la Turchia prosegue gli attacchi contro i curdi
24/01/2018, 10:05

AFRIN (SIRIA) - Continuano gli attacchi aerei turchi nel nord della Siria abitato dai curdi. Le autorità curde hanno lanciato una mobilitazione generale per difendere il loro territorio dall'avanzata dell'esercito turco, ma i loro mezzi sono nettamente inferiori a quelli dei nemici. E del resto sia gli Usa che la Russia hanno dimostrato di non voler fare nulla per fermare le idee imperialiste del presidente turco Tayyip Recep Erdogan, visto che hanno reagito solo con blande dichiarazioni senza nessun peso. Cosa che ha dato ad Erdogan la certezza di poter intervenire senza ostacoli. 

Alcuni analisti sostengono che Erdogan intenda liberare la zona dai curdi per permettere al sedicente "Esercito Libero Siriano" (che i giornali spacciano per opposizione "laica" o "democratica" a Bashar al Assad, ma in realtà è un esercito di mercenari agli ordini degli Stati Uniti) di controllare la zona. Ma in realtà è più facile che Erdogan intenda semplicemente occupare la zona curda con l'esercito, in modo da avere le base per poter poi penetrare nel cuore della Siria. Del resto Erdogan è stato chiaro: intende andare avanti "fino alla vittoria". Ed è noto che lui considera i curdi dei terroristi, alla stessa stregua dello Stato Islamico. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©