Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Carrarmati nel nord del paese

Siria, le manifestazioni si spostano al Sud.Cinque le vittime

Assad presto colpito dalle sanzioni

Siria, le manifestazioni si spostano al Sud.Cinque le vittime
20/05/2011, 15:05

SIRIA - Le forze di sicurezza siriane hanno ucciso altri manifestanti e stando alle fonti le vittime a Homes, a Nord di Damasco e a Daraa, nel Sud sono  cinque. Sono stati proprio i testimoni oculari ad aver riportato la notizia, riferendo anche che carriarmati siriani sono penetrati nel nord della Siria e precisamente a Maarrat an Numan. La presenza dei carrarmati si crede sia dovuta alla costatazione che proprio in quella zona, la settimana scorsa si erano svolte le manifestazioni anti-regime più violente.Si parla  anche di una settima vittima, nel sud della Siria a Sanamay. Ad aver diffuso la notizia sono stati attivisti umanitari siriani.
Le manifestazioni iniziano a presentarsi anche nel sud della Siria, come è successo a Suwayda, dove migliaia di persone sono scese per le strade per la prima volta. Un segnale forte di protesta, dato che questa parte della Siria non era stata, fino ad ora caratterizzata da mobilitazione anti-regime, se non per l’unico episodio risalente all’inizio di Aprile.
Nel frattempo il Consiglio dei ministri degli Esteri europei è pronto a riunirsi lunedì prossimo a Bruxelles con l’intento di ampliare la lista delle persone soggette a sanzioni. Tra queste sarebbe compreso anche il Presidente Assad e un'altra decina di persone che andranno ad unirsi alle 13 personalità già comprese nella scheda. La decisone, che ha già il consenso a livello tecnico nasce dall’esigenza di fermare le violenze e come ha detto il portavoce della Farnesina Maurizio Massari: “ Auspichiamo che queste precondizioni vengano realizzate altrimenti c'é il rischio di una chiusura definitiva della già stretta finestra di opportunità concessa alla Siria".

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©