Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Ban Ki-moon soddisfatto per l'impegno mostrato

Siria, liberi i 21 caschi blu sequestrati dai ribelli

I peacekeeper sono stati trasferiti in Giordania

Siria, liberi i 21 caschi blu sequestrati dai ribelli
10/03/2013, 13:48

SIRIA - Sono stati rilasciati i 21 caschi blu filippini della missione Undof che erano stati rapiti mercoledì scorso dai "martiri di Yarmuk", un gruppo di ribelli siriani che chiedevano il ritiro delle forze di Assad dalla zona di Jamlah, nei pressi delle alture del Golan, proprio dove i peacekeeper delle Nazioni Unite sono stati rapiti.

L'annuncio della liberazione dei caschi blu è stato dato da Mokhtar Lamani, l'inviato di pace di Onu e Lega Araba a Damasco, che ha riferito che i 21 peacekeepers, tutti di origine filippina, ieri pomeriggio hanno attraversato il confine con la Giordania e attualmente si trovano al sicuro ad Amman, da dove probabilmente verranno trasferiti in patria.

Il Segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, si è detto soddisfatto del rilascio dei 21 ostaggi della missione Undof sequestrati lo scorso 6 marzo  sulle alture del Golan. In particolare, Ban Ki-moon ha sottolineato lo sforzo messo in campo da tutte le parti interessate e lìimparzialità dei memebri delle missioni di pace dell'Onu. Il segretario generale dell'Onu ha ribadito, infine, la necessità di rispettare la libertà di movimento e la sicurezza dei peacekeeper e di garantire la protezione dei civili.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©