Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Ma non c'è alcuna prova, solo la parola di mercenari

Siria, l'opposizione accusa: "300 morti per i raid lealisti"


Siria, l'opposizione accusa: '300 morti per i raid lealisti'
23/12/2013, 17:11

DAMASCO (SIRIA) - L'aviazione del governo siriano sta bombardando a tappeto la città di Aleppo e ha causato 300 morti in 8 giorni: questa la denuncia del sedicente "Osservatorio siriano per i diritti umani", una falsa Ong gestita da un siriano ex agente dei servizi segreti inglesi. 
Sempre secondo l'Osservatorio, aerei ed elicotteri a più riprese avrebbero sganciato sulla popolazione delle "bombe-barile", cioè fusti pieni di benzina o di esplosivo con un detonatore aggiunto. Si tratta di ordigni più economici delle normali bombe, e per questo favoriti. Sempre secondo l'Osservatorio, ci sono anche 87 bambini tra i morti. 
Naturalmente nessuno di questi dati è verificabile. Sono solo dichiarazioni fatte senza nessuna prova, se non le parole dei mercenari statunitensi sconfitti dall'esercito siriano ed ormai sull'orlo della dissoluzione, come forza unitaria. Mentre invece è noto quante volte le stragi di innocenti siano state organizzate proprio dai mercenari, per cercare di indebolire le retrovie e l'afflusso di munizioni e carburante per l'esercito regolare. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©