Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Ban Ki-moon: "Voto storico"

Siria, Onu approva risoluzione su demolizione armi chimiche

Obama: "Grande vittoria della comunità internazionale"

Siria, Onu approva risoluzione su demolizione armi chimiche
29/09/2013, 11:39

Il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha approvato all’unanimità la risoluzione, frutto di un accordo tra Stati Uniti e Russia, per la distruzione dell’arsenale chimico del regime di Damasco. Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, ha definito l’approvazione del documento un “voto storico” e ha annunciato l’intenzione di organizzare una conferenza di pace per la Siria entro i prossimi due mesi, la cosiddetta Ginevra 2.

Il testo approvato non è sotto l’ombrello del capitolo 7 della Carta delle Nazioni Unite, che tratta la misure che implicano l’uso della forza, pertanto non prevede sanzioni automatiche. Solo in caso di inadempienza o violazione della risoluzione saranno imposte misure di cui al capitolo 7 della Carta Onu. Il rispetto di quanto stabilito dall’Opac (Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche) e dall’Onu relativamente alla demolizione dell’arsenale chimico siriano verrà appurato dopo 30 giorni dall’adozione della risoluzione e poi ogni 30 giorni. “Il successo della missione degli esperti per la distruzione delle armi chimiche in Siria – ha detto Ban Ki-moon – dipende dal fatto che le autorità di Damasco rispettino pienamente gli impegni e garantiscano la sicurezza del personale Opac e Onu”.

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ritiene che la votazione all’unanimità della risoluzione possa essere considerata “una grande vittoria della comunità internazionale”. Da martedì inizieranno le ispezioni in Siria da parte degli esperti internazionali appartenenti all’Opac, mentre nel frattempo proseguono le indagini degli ispettori delle Nazioni Unite sugli attacchi con gas letali, tre dei quali perpetrati dopo il 21 agosto.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©