Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Lo riferisce il giornale “El Mundo”

Siria: rapiti due giornalisti spagnoli da gruppo jihadista

Il sequestro risale allo scorso 16 settembre

Siria: rapiti due giornalisti spagnoli da  gruppo jihadista
10/12/2013, 10:12

MADRID  - Rapiti in Siria, da un gruppo jihadista, due giornalisti spagnoli, il corrispondente di “El Mundo” Javier Espinosa e il fotografo freelance Ricardo Garcia Vilanova.  E' lo stesso quotidiano spagnolo a riferirlo sul suo sito web, precisando che il sequestro risale allo scorso 16 settembre ed è avvenuto nella provincia di Raqqa. I due giornalisti - ha spiegato El Mundo - sono stati rapiti a un checkpoint dei ribelli vicino al confine con la Turchia, mentre si apprestavano a lasciare la Siria al termine di una missione di due settimane. I reporter sono stati presi in ostaggio insieme a quattro miliziani dell'Esercito siriano libero, la principale organizzazione armata che si oppone al regime, che avrebbero dovuto proteggerli. I quattro ribelli nei giorni successivi sono stati rilasciati. “El Mundo” ha spiegato di aver mantenuto finora segreta la notizia del sequestro perché erano in corso contatti indiretti con i rapitori, che non hanno ancora chiesto un riscatto per liberare gli ostaggi. Espinosa è dal 2002 il corrispondente da Beirut di del giornale.  Come Gracia Vilanova, ha più volte effettuato reportage dalle aree più pericolose della Siria. Lo scorso 22 febbraio è scampato a un bagno di sangue del regime a Homs, in cui rimasero uccisi altri due giornalisti: il reporter statunitense Marie Colvin e il fotografo francese Remi Ochlik. Garcia Vilanova ha lavorato per il 'New York Times', il 'Washington Post' e l'agenzia 'France-Presse'.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©