Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

I militari stavano svolgendo un'operazione di pattugliamento

Siria, rapiti quattro caschi blu sulle alture del Golan

Onu: "Stiamo facendo di tutto per assicurare il rilascio"

Siria, rapiti quattro caschi blu sulle alture del Golan
07/05/2013, 18:31

JAMLAH (SIRIA) - Quattro caschi blu delle Nazioni Unite sono stati rapiti sulle alture del Golan, in Siria, nell’area confinante col territorio occupato da Israele. L’episodio si è verificato nella medesima area in cui a marzo 21 peacekeeper filippini furono sequestrati dai ribelli. I militarti, che erano impegnati in un’operazione di pattugliamento, sarebbero stati sequestrati dalla brigata dei Martiri di Yarmuk, un gruppo di ribelli della Siria sud-occidentale. Questi ultimi hanno annunciato di aver assicurato la protezione dei quattro caschi blu dell’Onu che si trovavano sulle alture del Golan.

La notizia del rapimento, diffusa dalla televisione panaraba Al Jazeera, è stata successivamente confermata dai portavoce dell’Onu a New York. Al Palazzo di Vetro dell’Onu confermano, infatti, che quattro caschi blu impegnati in un’operazione di pattugliamento sulle alture del Golan, nell’area vicino a Jamlah, sono stati trattenuti da “un gruppo armato sconosciuto”. “Stiamo facendo di tutto per assicurare il loro rilascio al più presto”, ha dichiarato la portavoce del Dipartimento delle operazioni di pace dell’Onu.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©