Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Attacco coi gas più significativo da Saddam

Siria, rapporto Onu definitivo: gas contro civili

Commissione d'inchiesta delle Nazioni Unite indagherà

Siria, rapporto Onu definitivo: gas contro civili
16/09/2013, 21:29

SIRIA-  Nel rapporto dell'Onu sulla Siria il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, dichiara che si tratta del " più significativo attacco coi gas contro civili dal 1998, quando Saddam Hussein li usò ad Halabja", sottolineando che la comunità internazionale si era impegnata a evitare il ripetersi di quell'orrore, "eppure è accaduto di nuovo". "L'uso dei gas in Siria - ha aggiunto - è una minaccia alla pace e alla sicurezza internazionale".

''La conclusione e' che le armi chimiche sono state usate nel conflitto contro i civili, anche bambini, su scala relativamente vasta'', si legge nel rapporto, che precisa anche che l'attacco con il sarin e' stato effettuato con razzi terra-terra.  Ci sono prove evidenti della presenza del gas sarin nell'attacco che ha ucciso 1.400 persone nei pressi di Damasco lo scorso 21 agosto.

Non è ancora chiaro se il presidente siriano sia colpevole di questo attacco ma tutti gli indizi sembrano portare al regime, secondo le prime ricostruzioni del rapporto Onu. Per ora è certo che "l'85% dei campioni di sangue prelevati fra le vittime sono risultati positivi al sarin. Prelievi di tessuti da 34 dei 36 persone ricoverate hanno mostrato tracce di veleno. Quasi tutti sono risultati positivi al sarin.

La Commissione d'inchiesta delle Nazioni Unite sulle violazioni dei diritti umani in Siria ha poi annunciato che indagherà su quattordici casi sospetti di attacchi con armi chimiche, che sarebbero stati compiuti dopo il settembre del 2011. "Indaghiamo su quattordici casi sospetti di uso di armi chimiche, ma non abbiamo stabilito chi sia responsabile" di questi crimini, ha dichiarato il presidente della Commissione, Paulo Pinheiro, durante una conferenza stampa.

 

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©