Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Ci sono stati 25 morti e quasi 100 feriti

Siria: scoppia la guerra tra l'esercito turco e i loro alleati


Siria: scoppia la guerra tra l'esercito turco e i loro alleati
19/11/2018, 09:18

DAMASCO (SIRIA) - Secondo il sedicente "Osservatorio dei diritti umani in Siria" (in realtà un ufficio a Londra gestito da un ex agente del servizio sefgreto britannico) sarebbero scoppiate delle sparatorie tra l'esercito turco che ha occupato il nord della Siria e un gruppo di loro alleati, chiamato Tajamo Chouhada al-Charkiya. Finora ci sono stati 25 morti e quasi un centinaio di feriti. In realtà, il problema è bellico: l'esercito turco vuole che le milizie (formate da estremisti islamici appartenenti ad Al Qaeda e all'ISIS oppure da mercenari) siano la prima linea di difesa di fronte agli attacchi dell'esercito siriano e curdo, che stanno collaborando per riconquistare il nord della Siria. Ma essere in prima linea, significa rischiare più facilmente di essere uccisi. E chiaramente è normale che nessuno voglia stare lì a fare da bersaglio. Per questo l'esercito turco ha deciso di dare loro una lezione uccidendo decine di membri di una delle milizie (formata da 200 uomini, quindi completamente sacrificabile) per mandare un avvertimento agli altri: se non vanno in prima linea, saranno i soldati ad ucciderli. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©