Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Generale disertore: "Unità per creare un paese nuovo"

Siria: truppe Assad verso Aleppo, bombe su periferia Damasco


Siria: truppe Assad verso Aleppo, bombe su periferia Damasco
25/07/2012, 10:04

BEIRUT - Migliaia di forze fedeli al regime siriano si stanno dirigendo verso Aleppo, dove infuria la battaglia con i ribelli dell'opposizione. I militari vicini al presidente Bashar al Assad sono passati all'offensiva anche nell'immediata periferia di Damasco dove, questa mattina, sono iniziati pesanti bombardamenti anche di aree residenziali. "Un grande numero di forze è stato dispiegato a Jabal al Zawiya, ad Aleppo, che è di grande importanza strategica", ha confermato il colonnello dell'Esercito siriano libero, Abdel Jabbar al Oqaidi. "Sono in corso combattimenti", ha aggiunto. Secondo l'Osservatorio siriano sui diritti umani, i quartieri controllati dai ribelli sono bombardati ormai da cinque giorni. Almeno così riportano le agenzie. Ma il dubbio resta dal momento che l'organo ha sede a Londra.

Intanto, alle prime ore di oggi si è aperto un altro fronte a nord di Damasco, nella periferia della capitale. I soldati di Assad stanno bombardando con fuoco d'artiglieria e razzi l'area di al Tel. Centinaia di famiglie sono state costrette ad abbandonare le loro case e fuggire. Secondo alcuni testimoni, numerosi edifici residenziali sarebbero stati colpiti dagli elicotteri delle forze del regime. Il generale Manaf Tlass, il siriano più alto in grado a fare defezione, ha lanciato un appello a tutti i suoi concittadini "a fare l'impossibile per assicurare l'unità del paese e la costruzione di una nuova Siria".

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©