Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

La talpa dell'NSA è soddisfatta del polverone sollevato

Snowden: "Sono soddisfatto"

"Volevo dare alla società una chance per cambiare"

Snowden: 'Sono soddisfatto'
24/12/2013, 10:58

MOSCA - Edward Snowden, la talpa dell’Nsagate, ha rilasciato la sua prima intervista da giugno, mese in cui la Russia gli ha concesso l’asilo temporaneo, e ha dichiarato di essere soddisfatto del terremoto scatenato dalle sue rivelazioni circa il metodo di sorveglianza della National Security Angency (NSA).

“Sono soddisfatto, missione compiuta, ho già vinto. Appena i giornalisti sono stati messi in condizione di fare il loro lavoro, tutto ciò che ho cercato di fare ha avuto una convalida. Ricorda: non volevo cambiare la società, volevo dare alla società una chance per capire se voleva cambiare”, ha detto ai giornalisti Snowden sei mesi dopo le sue rivelazioni a Guardian e al Washington Post.

Snowden ha confessato di non aver alcuna intenzione di gettare fango sull’agenzia. Il suo obiettivo, invece, era quello di lavorare per migliorarla. Il suo timore maggiore, per cui, era l’apatia della gente. “L’ America raccoglie più dati sugli americani di quanto faccia la Russia con i russi – ha spiegato – e temevo che alla gente non interessasse, che non facessero nulla per cambiare”.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©