Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Somalia, uccisi 11 peacekeepers


Somalia, uccisi 11 peacekeepers
23/02/2009, 09:02

Undici soldati delle truppe di peacekeeping dal Burundi sono morti nella capitale somala Mogadiscio in un attacco da parte dei ribelli islamici contro il compound dell'Unione Africana. Altri quindici militari sono rimasti feriti.

Ancora non è chiaro se l''attacco sia stato compiuto da attentatori suicidi - come rivendicano i ribelli - o da semplici granate - come sostiene l'Unione Africana - ma di certo è quello più sanguionoso da quando le 3500 truppe della missione internazionale sono state schierate sul campo. Il conflitto in Somalia dura da oltre 18 anni, e la battaglia tra governo somalo e ribelli islamisti da almeno due, durante i quali almeno 16mila civili sono stati uccisi e almeno un milione di persone è stato sfollato. Alcuni dei ribelli hanno promesso di collaborare con la nuova amministrazione del presidente Sheikh Aharif Ahmed, ma altri gruppi come gli autori dell'attentato di domenica, Al Shabaab, intendono combattere ancora.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©