Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

SPAGNA: BEBE' SU MISURA PER CURARE IL FRATELLINO


SPAGNA: BEBE' SU MISURA PER CURARE IL FRATELLINO
15/10/2008, 09:10

Non è poi tanto raro leggere di coppie che, avendo avuto un primo figlio ammalato di qualche malattia grave, ma curabile attraverso un trapianto, decidono di fare un altro figlio in tempi più ravvicinati possibile, in modo da poter fare un trapianto tra consanguinei, quindi tra persone geneticamente simili. Ma è la prima volta che per ottenere questo si fa una selezione genetica. E' accaduto in Spagna, dove Andreas, di 6 anni, è affetto da talassemia, una forma di anemia che rende difficile la vita, in quanto i globuli rossi non riescono a trasportare bene l'ossigeno in circolo. Allora i genitori hanno deciso di sottoporlo ad una cura col sangue del cordone ombelicale, ricco di cellule staminali embrionali del sangue, che possono curare definitivamente la malattia. Ma prima di questo, è stata fatta una selezione genetica, per impedire che il secondo figlio, a cui è stato datro il nome di Javier, contraesse la stessa malattia, che è appunto genetica e tipica della zona mediterranea. E' andato tutto bene: Javier è nato, il cordone ombelicale e il relativo sangue sono conservati presso la banca del sangue di Madera e si aspetta solo di poter fare l'operazione sul fratello maggiore.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©