Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Spagna: in 40mila alla 'Tomatina', la guerra dei pomodori


Spagna: in 40mila alla 'Tomatina', la guerra dei pomodori
29/08/2012, 16:56

Circa 40.000 persone, per la maggior parte giovani, hanno dato il via alla ''Tomatina'', la tradizionale guerra dei pomodori, che da 67 anni si celebra a Bunol, nella Spagna orientale.

Per un'ora i partecipanti, sia spagnoli che stranieri, hanno utilizzato come 'munizioni' 120 tonnellate di pomodori, tingendo cosi' di salsa rosa le strade della cittadina iberica, che durante l'anno non supera i 10.000 abitanti.

Vestiti vecchi e maschere da mare sono stati utilizzati come uniforme dalle migliaia di partecipanti, mentre i piu' pratici hanno preferito indossare solo un costume da bagno, per potersi tuffare nel fiume subito dopo 'l'incontro'.

Secondo quanto hanno riferito i servizi medici ai media spagnoli, sono svenute circa venti persone mentre altre hanno avuto dei problemi di irritazione agli occhi.

La ''Tomatina'', che nel 2002 e' stata dichiarata Festa di Interesse Turistico Nazionale, si celebra ogni anno l'ultimo mercoledi' di agosto e rientra tra le festivita' patronali in onore di San Luis Bertra'n.

Le origini della ''Tomatina'' risalgono al 1945, ma ci sono diverse spiegazioni su come ebbe inizio. Una di queste e' quella secondo cui un gruppo di ragazzi comincio' a tirare gli ortaggi ai musicisti della festa patronale, che, a loro volta, hanno risposto 'al fuoco' prendendo dei pomodori da una frutteria li' vicino. 

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©