Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Il governo spagnolo dice di no alle trattative

Spagna: Puigdemont dichiara la secessione della Catalogna, poi la sospende


Spagna: Puigdemont dichiara la secessione della Catalogna, poi la sospende
11/10/2017, 09:13

BARCELLONA (SPAGNA) - Era un discorso carico di attese, quello che Carlos Puigdemont, presidente del governo catalano doveva fare ieri sera: avrebbe dichiarato l'indipendenza della Catalogna oppure no? Alla fine ne è uscito un discorso con una buona dose di ipocrisia: infatti Puigdemont ha dichiarato l'indipendenza della Catalogna, ma subito dopo ha aggiunto di voler sospendere tutto per poter trattare col governo centrale. Ha poi cercato di ammorbidire la situazione: "Non abbiamo nulla contro la Spagna e gli spagnoli - ha detto - ma le relazioni non funzionano e non si è fatto nulla per cambiare la situazione, che è diventata insostenibile. Un popolo non può essere obbligato contro la propria volontà ad accettare lo status quo". In serata ha poi firmato una mozione presentata dai partiti secessioni per creare una Catalogna indiepndente e costituita come Stato Repubblicano. 

In serata Rajoy ha replicato alle parole di Puigdemont affermando che non ci sarà nessuna trattativa e che il governo spagnolo non accetterà nessun ricatto. E che lo stato darà adeguata risposta alla dichiarazione di secessione del presidente catalano. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©