Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

100 miliardi di euro: 30mld arriveranno nei prossimi giorni

Spagna: via libera dell’Eurogruppo agli aiuti alle banche

Intanto nel Paese continua la protesta. Diversi arresti

Spagna: via libera dell’Eurogruppo agli aiuti alle banche
20/07/2012, 15:56

MADRID – Riflettori puntati sulla crisi in Spagna. L’Eurogruppo ha dato il via libera agli aiuti per le banche spagnole: si tratta di una cifra di 100 miliardi di euro, anche se però l’ammontare preciso sarà stabilito a settembre, al termine di una verifica dettagliata dei bisogni finanziari delle banche iberiche. Di questi, una prima tranche da 30 miliardi dovrebbe arrivare nei prossimi giorni.

Secondo quanto si legge in una nota del presidente dell’Eurogruppo Jean-Claude Juncker, l’assistenza finanziaria “sarà accompagnata da condizioni per il settore finanziario”, e in particolare la ristrutturazione di banche secondo le regole Ue per gli aiuti di Stato e riforme strutturali per il settore.


Il fondo temporaneo per l’eurozona (EFSF) sarà utilizzato inizialmente per inviare gli aiuti alla Spagna. In seguito, l’assistenza finanziaria sarà veicolata attraverso il fondo permanente (ESM) una volta che sarà entrato in vigore, ma “senza ottenere uno status di creditore privilegiato”. I prestiti per la ricapitalizzazione delle banche spagnole saranno concessi in tranches con una maturità media “fino a 12,5 anni”, e con un una maturità massima per singolo prestito “fino a 15 anni”.

L’obiettivo del programma di aiuti alla Spagna “è molto chiaro: avere banche sane, regolate in modo efficace e controllate in modo rigoroso, in modo da alimentare una crescita economica sostenibile”, ha detto il commissario europero agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, al termine della riunione in teleconferenza dei ministri delle Finanze dell’eurozona.


Intanto nel Paese resta alta la tensione per i tagli decisi dal governo Rajoy. È di sette arresti e almeno sei feriti il bilancio degli scontri tra manifestanti e polizia che hanno fatto seguito nella notte alle proteste, per lo più pacifiche, inscenate ieri in Spagna contro le misure di austerità. A Madrid, alcuni manifestanti hanno dato fuoco a dei cassonetti, mentre la polizia effettuava delle cariche nei pressi del palazzo del Parlamento e utilizzava proiettili di gomma per disperdere gli assembramenti più violenti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©