Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

SPARATORIA A FRANCOFORTE: TRE MORTI IN AGGUATO, MA LE 'NDRINE NON C'ENTRANO


SPARATORIA A FRANCOFORTE: TRE MORTI IN AGGUATO, MA LE 'NDRINE NON C'ENTRANO
13/08/2008, 13:08

 

Sparatoria con tre morti. Il luogo, una gelateria dal nome italiano di una cittadina tedesca vicino a Francoforte. Diverse analogie con la strage di Duisburg dunque, visto che come per le morti di ‘ndrangheta dell’anno scorso siamo in agosto. Ma per la polizia tedesca gli italiani non c’entrano: le vittime sono due uomini di origine turca e una donna, di cui non si conosce l’identità, colpita da una pallottola vagante. Un terzo uomo, che in un primo momento si pensava fosse morto durante il trasporto in ospedale, è in gravi condizioni. Non si conoscono i motivi degli omicidi, ma potrebbe essersi trattato di un regolamento di conti: le vittime erano disarmate e sembra che siano state uccise a sangue freddo.

De Rocco” il nome della gelateria. Questo avrebbe fatto pensare a cosche italiane dietro la nuova strage tedesca. Ma le gelaterie in Germania sono quasi tutte italiane.

Secondo le prime informazioni, prima della sparatoria ci sarebbe stata una rissa. La polizia si dice comunque già sulle tracce dei responsabili, al momento ricercati anche con l’aiuto di cani ed elicotteri, nella zona Reno-Meno.
 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©