Dal mondo / America

Commenta Stampa

Le spie furono catturate a giugno 2010

Spie Russe sul suolo americano: l’Fbi pubblica i video

La Russia stizzita: “Perché ora?”

Spie Russe sul suolo americano: l’Fbi pubblica i video
01/11/2011, 11:11

NEW YORK – L’Fbi ha reso pubblici i video che mostrano le spie russe, quelle catturate nel giugno 2010 e poi oggetto di uno scambio con Mosca, in azione sul suolo americano. Sotto la dicitura “Breaking News”, infatti, è possibile visionare sul sito Fbi un file ritenuto top secret: si tratta di una decina di filmati, in cui l’ormai celebre Anna “la rossa” Chapman viene ripresa segretamente mentre in alcuni negozi di New York trasmette informazioni ai suoi “contatti”, o in cui si vedono gli 007 russi riuniti in una stazione ferroviaria. Filamati in cui sono ben visibili, per esempio, la consegna di un plico al volo su una scalinata e anche il recupero di una busta sepolta sotto un cespuglio.
I video sono stati girati in un arco temporale molto lungo: le spie vivevano sul suolo americano come perfetti cittadini statunitensi, avendo assunto identità fittizie (alcuni quella di bambini morti in tenera età, altri costruendosi un passato al di sopra di ogni sospetto). Le spie, in ogni caso, non riuscirono a catturare nè a trasmettere alcun segreto rilevante, prima di essere catturate a giugno del 2010.
La pubblicazione di questi video dopo tanto tempo incassa molte critiche da parte dei media russi. Russia Today ad esempio, definisce “strani” i tempi della pubblicazione: “Tutto, in questa scelta - dal nome dell’operazione, chiamata ‘Ghost stories’, alla decisione di rendere pubblici i nastri ad Halloween - sa di iniziativa deliberata per dipingere la Russia come l’uomo nero”. Quello che si chiede con stizza la Russia è infatti “perché ora?”

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©