Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

SPOSA BAMBINA OTTIENE DIVORZIO IN YEMEN


SPOSA BAMBINA OTTIENE DIVORZIO IN YEMEN
16/04/2008, 09:04

E' finita bene la disavventura di Nojoud Mohammed Nasser, bambina yemenita di 8 anni che aveva chiesto il divorzio dal marito trentenne a cui il padre l'aveva venduta. Applicando il divorzio su richiesta della donna previsto dalla Sharia, detto khol'e, il giudice ha sciolto il matrimonio, condannando la famiglia al risarcimento di 100 mila rial (pari a 316 euro) all'ex marito. Ma non è stata prevista nessuna condanna, perchè la violazione della legge che fissa l'età minima per il matrimonio a 15 anni non è sanzionata.

Adesso Nojoud potrà vivere come una bambina normale, lontana da quella famiglia che l'ha venduta come fosse un oggetto e dall'uomo che ha abusato sessualmente di lei; ma quante altre Nojoud ci sono nello Yemen? Il fenomeno delle spose bambine non è una novità, in un paese dove il 46% della popolazione ha meno di 15 anni e il 40% è al di sotto della soglia di povertà. I figli spesso sono considerati solo un peso, soprattutto le donne, e così è facile trovare qualcuno che le compri letteralmente per cifre così basse e poi ne abusi, fino a volte ad ucciderla.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©