Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

SRI LANKA, LA BATTAGLIA STA DIVENTANDO UNA CARNEFICINA


SRI LANKA, LA BATTAGLIA STA DIVENTANDO UNA CARNEFICINA
24/11/2008, 14:11

Sotto torrenziali piogge monsoniche - che stanno provocato vasti allagamenti, trasformando i campi di battaglia in mari di fango - l'offensiva dell'esercito per la conquista di Kilinochchi, roccaforte delle Tigri tamil, si sta trasformando in una carneficina. Per entrambe le parti.
Secondo il sito d'informazione TamilNet, vicino ai ribelli, ieri la guerriglia ha respinto un attacco delle truppe governative a ovest di Kilinochchi, nella zona di Nallur, uccidendo 43 soldati nel corso di oltre dieci ore di feroci combattimenti. Altri 35 militari erano caduti in battaglia tra venerdì e sabato.
I comandi militari di Colombo non hanno commentato queste notizie, dichiarando di aver ucciso almeno 120 guerriglieri dell'Ltte negli scontri avvenuti nel finesettimana sul fronte occidentale di Kilinichchi e su quello orientali di Mullaitivu.
Secondo il governo del premier nazionalista Mahinda Rajapaksa, la guerra civile tra governo singalese e separatisti tamil, iniziata nel 1983, sta arrivando al suo epilogo: la sconfitta finale dell'Ltte. Ma la resistenza dei ribelli tamil si sta rivelando molto più forte del previsto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©