Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Sri Lanka, Tigri Tamil chiedono tregua ma il Governo rifiuta


Sri Lanka, Tigri Tamil chiedono tregua ma il Governo rifiuta
23/02/2009, 10:02

I ribelli delle Tigri Tamil hanno proposto una tregua al governo srilankese, che da tempo conduce una grande offensiva contro i territori della minoranza nel nord dell'Isola.

I ribelli hanno chiesto l'aiuto della comunità internazionale per chiedere la fine dell'aggressione dell'esercito che sta coinvolgendo anche molti civili. I ribelli si sono rivolti in particolare alle Nazioni Unite, agli Usa, all'Unione Europea, al Giappone e la Norvegia. Il governo di Colombo, tuttavia, ha già fatto sapere che non accetterà alcuna tregua e di non avere intenzione di sedersi al tavolo con i ribelli dell'Ltte.
L'ultima tregua tra governo di Colombo e le Tigri era stata ottenuta con la mediazione della Norvegia, ma è stata interrotta all'nizio dello scorso anno dal governo, che accusava i ribelli di sfruttare il cessate il fuoco per riarmarsi e consolidare il proprio potere sulla zona di Kilinochchi e il resto del nord. Nell'offensiva degli ultimi mesi i ribelli tamil hanno perso il controllo di quasi tutto il territorio, dalla capitale Kilinochchi al loro campo base militare a Mullaittivu.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©